BOLZANO: Tre uomini psico-fisicamente alterati aggrediscono i carabinieri, arrestati

Giovedì, 06 Giugno 2024 10:26

Tre uomini psico-fisicamente alterati aggrediscono i carabinieri, arrestati

Bolzano, 6 giu. (Adnkronos) - Nei giorni scorsi, la Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Bolzano ha tratto in arresto 3 soggetti violenti durante lo svolgimento di altrettanti servizi perlustrativi di controllo del territorio del Capoluogo. Il primo episodio, risalente allo scorso 22 maggio, ha visto come protagonista un ungherese 37enne con precedenti di polizia che, in tarda mattinata, era stato segnalato al 112 Nue come ''soggetto che disturba all'interno del discount'' di via Macello. Giunti sul posto, l'uomo, in stato di grave alterazione psicofisica dovuta al verosimile consumo di sostanze alcoliche e/o stupefacenti, non collaborava con i militari operanti e ne aggrediva fisicamente uno, senza alcun motivo apparente, procurandogli delle lievi ferite. Arrestato per ''Violenza a Pubblico Ufficiale'', l'ungherese è stato collocato all'interno delle celle di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Bolzano, a disposizione dell'A.G. mandante, in attesa dell'udienza di convalida dell'arresto. Nel secondo caso, verificatosi 5 giorni dopo, una ''gazzella'' interveniva alla ''festa di Piazza Gries'', presso l'incrocio fra Corso Libertà e via Diaz, ove le guardie giurate, in servizio per quell'evento, avevano difficoltà a ''gestire'' un soggetto pesantemente ubriaco. L'equipaggio, durante l'espletamento della procedura di rito, necessaria per l'identificazione delle persone coinvolte nei fatti occorsi ed a ricostruire la dinamica, veniva aggradito fisicamente dal marocchino 32enne protagonista del disturbo della festa: uno dei due militari veniva colpito con calci alle tibie, ricevendo delle lesioni di importante entità. Anche quest'uomo, espletate le formalità del caso, è stato collocato nelle celle di sicurezza a disposizione dell'A.G., in attesa della convalida. Il terzo evento, verificatosi lo scorso lunedì in tarda serata presso un noto bar di Via Claudia Augusta, tristemente noto per essere frequentato da persone con precedenti di polizia e/o pregiudizi, ha avuto come protagonista un italiano 56enne che, durante il controllo degli avventori operato dall'equipaggio Radiomobile, supportato da un'auto della Stazione di Nova Ponente, già alterato psico-fisicamente a causa dell'alcool, si è mostrato insofferente al controllo di routine, non forniva ai militari un documento di riconoscimento e, pur di non allontanarsi dal Bar, si aggrappava alla vetrina dello stesso opponendo resistenza. Accompagnato in caserma per i dovuti accertamenti circa la sua identità, l'uomo aggrediva fisicamente i militari impegnati nell'espletamento delle procedure di riconoscimento di rito. Bloccato, veniva sottoposto agli arresti domiciliari per ''Violenza e resistenza a P.U.'' e ''Rifiuto d'indicazioni sulla propria identità personale''. Fonte Adnkronos 06-GIU-24 

Pubblicato in Curiosità