ROMA: La Regione Lazio pubblica il bando vigilantes da 90 milioni e scoppia la polemica

Giovedì, 29 Dicembre 2022 18:04

La Regione Lazio pubblica il bando vigilantes da 90 milioni e scoppia la polemica Fonte RomaTodaY >>>

Regione Lazio, il bando per vigilantes da 90 milioni di euro fa scoppiare la polemica Fonte Il Corriere della Città >>>

Regione Lazio, l’appalto per vigilantes è un salto nel buio: prestazioni oscure soprattutto per le guardie giurate Fonte La Stampa >>>

Regione Lazio, servizi di vigilanza: appalto da 90 milioni prima del voto. Il Pd ci prova, il centrodestra denuncia irregolarità Fonte Politica7.it>>>

LAZIO: LEGA, 'GARA SICUREZZA PRIVATA DA 90 MILIONI, ALTRO ATTO PER FAVORIRE IL PD?'

Roma, 29 dic. (Adnkronos) - ''Non si ferma la corsa del Pd a elargire nomine, posti di lavoro, fondi e appalti entro le prossime elezioni. L'ultimo caso, in ordine di tempo, è la gara d'appalto bandita per il servizio di sicurezza privata su cui vogliamo sia fatta luce. La gara incidentalmente scade 5 giorni prima delle elezioni del prossimo 12 febbraio ed è stata bandita per la modica somma di circa 90milioni di euro". Così in una nota congiunta Tony Bruognolo, segretario politico della Lega Provincia di Roma Sud e Fabrizio Santori, capogruppo della Lega al Comune di Roma. "Se questo non bastasse per far indignare cittadini e addetti ai lavori aggiungiamo che il bando di gara, come denunciato dal segretario nazionale del Savip, è vago, impreciso e rischioso per le società che vi parteciperanno, poiché i servizi richiesti sono estremamente nebulosi probabilmente per favorire qualcuno già indicato? Per la fretta di 'guadagnare' consensi il Pd continua a inanellare una serie iniziative nocive per il futuro della Regione. Il tutto, ricordiamolo sempre, in regime di ordinaria amministrazione. Cos'altro deve accadere affinché qualcuno intervenga? Chiediamo alle autorità competenti di controllare che questo bando rispetti il codice degli appalti sia nel merito che nel metodo e, in caso contrario, di procedere alla sua revoca immediata'', concludono. Fonte Adnkronos 29-DIC-22 

LAZIO. BRUOGNOLO-SANTORI (LEGA): GARA SICUREZZA DA 90 MILIONI, ALTRO ATTO PER FAVORIRE PD?

(DIRE) Roma, 29 dic. - "Non si ferma la corsa del PD a elargire nomine, posti di lavoro, fondi e appalti entro le prossime elezioni. L'ultimo caso, in ordine di tempo, è la gara d'appalto bandita per il servizio di sicurezza privata su cui vogliamo sia fatta luce. La gara incidentalmente scade 5 giorni prima delle elezioni del prossimo 12 febbraio ed è stata bandita per la modica somma di circa 90milioni di euro. Se questo non bastasse per far indignare cittadini e addetti ai lavori aggiungiamo che il bando di gara, come denunciato dal segretario nazionale del SAVIP, è vago, impreciso e rischioso per le società che vi parteciperanno, poiché i servizi richiesti sono estremamente nebulosi probabilmente per favorire qualcuno già indicato? Per la fretta di 'guadagnare' consensi il PD continua a inanellare una serie iniziative nocive per il futuro della Regione. Il tutto, ricordiamolo sempre, in regime di ordinaria amministrazione.
Cos'altro deve accadere affinché qualcuno intervenga? Chiediamo alle autorità competenti di controllare che questo bando rispetti il codice degli appalti sia nel merito che nel metodo e, in caso contrario, di procedere alla sua revoca immediata". Così in una nota congiunta Tony Bruognolo Segretario Politico della Lega Provincia di Roma Sud e Fabrizio Santori Capogruppo della Lega al Comune di Roma. Fonte Dire 29-12-22 

Regione Lazio, Savip: appalto per sicurezza in danno dei lavoratori

Regione Lazio, Savip: appalto per sicurezza in danno dei lavoratori Regione Lazio, Savip: appalto per sicurezza in danno dei lavoratori Del Vicario: "Si profila un vero Far West" Milano, 30 dic. (askanews) - "La Regione Lazio conferma ancora una volta di non aver chiaro non solo come si controlla l'esecuzione di un contratto di sicurezza privata ma, ancor prima, come se ne bandisce la gara. E questo è foriero di rischi e disagi non solo per gli imprenditori ma soprattutto per i lavoratori. Il recente appalto per 88,5 milioni di euro, le cui offerte saranno note l'8 febbraio 2023, pochi giorni prima delle prossime elezioni, ne è un chiaro esempio". Lo afferma in una nota Vincenzo del Vicario, segretario nazionale del Savip (Sindacato Autonomo Vigilanza Privata). "Le imprese - aggiunge il sindacalista - dovranno partecipare effettuando 'ribassi al buio', senza poter dimensionare adeguatamente i costi. Le prestazioni da rendere, infatti, restano del tutto oscure, soprattutto per quanto riguarda il lavoro delle Guardie Giurate. Da ciò conseguirà inevitabilmente che, nella mancanza di controlli, come è avvenuto in passato i lavoratori che, in ragione del cambio di appalti, transiteranno da un'azienda all'altra saranno privati di livelli, scatti d'anzianità e altri benefici. Un vero Far West si profila, nel quale sarà assai difficile, se non impossibile, far rispettare le regole", conclude del Vicario. Fonte askanews 2022 12 30 

 

Pubblicato in Stampa SAVIP