REGGIO CALABRIA: Rapina a portavalori a Reggio Calabria, bottino 80mila euro

Mercoledì, 14 Settembre 2022 16:07

Rapina a portavalori a Reggio Calabria, bottino 80mila euro Malviventi armati hanno aggredito e derubato guardia giurata

REGGIO CALABRIA, 13 SET - Rapina a mano armata ad un furgone portavalori in pieno centro a Reggio Calabria. Due malviventi, con il volto parzialmente coperto da un cappellino e armati di pistola, sono riusciti a impossessarsi del plico, contenente denaro in contanti, che una guardia giurata stava per consegnare allo sportello dell'istituto bancario "Intesa-San Paolo". Dentro c'erano circa 80mila euro. Stando ad una prima ricostruzione uno dei due rapinatori avrebbe aggredito la guardia giurata riuscendo a strappargli la busta con i soldi prima che il vigilante entrasse in banca. Una volta preso il bottino, l'uomo si è allontanato a piedi per qualche metro ed è poi salito a bordo di un'auto, di media cilindrata, guidata da un complice con il quale si è dileguato. Una delle due guardie giurate è stata disarmata ma ha tentato comunque, non riuscendoci, di inseguire a piedi i malviventi. Non ci sono feriti e non sono stati esplosi colpi d'arma da fuoco. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle Volanti e della squadra mobile che hanno messo in sicurezza l'area e hanno iniziato la caccia ai rapinatori. Avvertito il pm di turno Matteo Campagnaro, gli investigatori guidati dal capo della Squadra mobile Alfonso Iadevaia stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica della rapina visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza dell'istituto bancario e quelle dei palazzi vicini. Tutto si è consumato in pochi istanti in via Miraglia, vicino a Piazza Italia, a breve distanza dalla prefettura e dalla sede centrale delle Poste. La polizia sta tentando di identificare i soggetti anche attraverso l'utilitaria a bordo della quale si sono allontanati Gli autori della rapina potrebbero essere della zona ma non è escluso che siano venuti da fuori città. Fonte ANSA 2022-09-13 

 

Rapina portavalori a R.Calabria, si segue pista malavita locale


Reggio Calabria, 14 set. - "Audacia sprezzante e perfetta conoscenza del territorio". E' la sintesi che emerge dalle prime analisi condotte dalla squadra mobile di Reggio Calabria, diretta da Alfonso Iadevaia, con la supervisione del questore Bruno Megale, sulla rapina messa a segno ieri mattina da una coppia di malviventi ai danni di un portavalori della Sicurtransport. L'episodio e' avvenuto in pieno centro storico, a pochi metri dagli ingressi della Prefettura, nel momento in cui uno dei vigilantes, sceso dal mezzo blindato con una busta contenente ottantamila euro da consegnare alla filiale centrale di Intesa San Paolo, e' stato sopraffatto da un giovane travisato, che gli ha strappato il plico dalle mani contenente il danaro e sottraendogli anche la pistola di servizio. Sembra evaporare, intanto, l'ipotesi della "pista esterna" riguardo alla provenienza dei rapinatori, che "con assoluta calma", dicono gli inquirenti, hanno portato a termine un'azione criminale nonostante il pullulare in quella zona della citta' di sistemi passivi, anche sofisticati, di controllo del territorio. Dunque, i malviventi potrebbero appartenere alla malavita locale. Gli investigatori stanno infatti lavorando per raccogliere tutti i dati possibili dalle eventuali registrazioni, soprattutto delle telecamere poste alla vigilanza di piazza Italia, su cui si affaccia il palazzo della Prefettura, e l'adiacente via Miraglia, dov'e' ubicata la storica sede di Intesa san Paolo.Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Matteo Campagnaro. Fonte AGI 14 SET 22

Pubblicato in Assalti Portavalori