CAGLIARI: Arresti in Sardegna: Savip, plauso alle forze dell'ordine

Giovedì, 07 Gennaio 2021 16:41
Arresti in Sardegna: Savip, plauso alle forze dell'ordine

CAGLIARI, 07 GEN - "Un plauso ai Carabinieri del Comando provinciale di Cagliari che ha smantellato un gruppo criminale specializzato negli assalti ai portavalori e ai caveau per l'arresto di 32 presunti rapinatori" e' stato espresso da Vincenzo del Vicario, segretario nazionale del Savip (sindacato autonomo vigilanza privata). "L'efficienza delle Forze di Polizia e' tanto piu' encomiabile in un contesto nel quale si evidenzia la pericolosita' di un servizio - sottolinea del Vicario - che troppo spesso viene sottovalutato dalle Autorita' che sono preposte alla prevenzione di questo tipo di reati ed in special modo da chi deve dettare le regole per rendere piu' sicuro il lavoro delle guardie giurate. Il Ministro dell'Interno Lamorgese, il Capo della Polizia Gabrielli e tutte le altre Autorita' di Pubblica Sicurezza, debbono prendere atto che i tempi sono cambiati e che l'imperversare della criminalita', che puo' disporre di armi micidiali ed esplosivi, e' un dato di fatto confermato da una sequela inarrestabile di sanguinosi episodi", conclude il segretario del Savip. Fonte ANSA 07-GEN-21 

------

Sardegna, Savip: plauso alle forze dell'ordine Comunicato del sindacato dei vigilantes

Roma, 7 gen. (askanews) - "Un plauso ai Carabinieri del Comando provinciale di Cagliari che ha smantellato un gruppo criminale specializzato negli assalti ai portavalori e ai caveau per l'arresto di 32 presunti rapinatori che avevano la possibilita' di mettere a segno assalti a portavalori non solo in Sardegna, ma anche in Toscana, Lazio e altre regioni". Così afferma in una nota il sindacato dei vigilantes, con il segretario nazionale Vincenzo del Vicario. "L'efficienza delle Forze di Polizia è tanto più encomiabile in un contesto nel quale si evidenzia la pericolosità di un servizio che troppo spesso viene sottovalutato dalle Autorità che sono preposte alla prevenzione di questo tipo di reati ed in special modo da chi deve dettare le regole per rendere più sicuro il lavoro delle guardie giurate", aggiunge. "Il Ministro dell'Interno Lamorgese, il Capo della Polizia Gabrielli e tutte le altre Autorità di Pubblica Sicurezza, debbono prendere atto che i tempi sono cambiati e che l'imperversare della criminalità, che può disporre di armi micidiali ed esplosivi, é un dato di fatto confermato da una sequela inarrestabile di sanguinosi episodi", sottolinea del Vicario. "Gradiremmo perciò, nelle misure urgenti per limitare l'attività dei criminali e la circolazione degli strumenti di morte dei quali si servono per dare l'assalto ai nostri colleghi. Non si deve attendere una nuova morte di un lavoratore della vigilanza privata per poi battersi il petto. Già oggi, se il Ministro dell'Interno lo vuole possono essere adottate delle misure efficaci per prevenire nuovi assalti a portavalori e caveau", spiega del Vicario. "Ricordiamo che in Italia gli infortuni delle guardie giurate sono numerosi nel 2019 sono stati 2.646 e 4 morti (dati fonte Inail), un dato che dovrebbe essere tenuto in debita considerazione dai Politici, dai Magistrati, dalle Autorità di Pubblica Sicurezza e dalle Forze di Polizia". Fonte askanews 2021 01 07 

CAGLIARI: Droga: Dda Cagliari, disarticolato traffico stupefacenti e armi Vedi notizia >>>

Pubblicato in Stampa SAVIP