Sun07122020

Last update03:48:14 PM GMT

Back Cronaca Cronaca nazionale Assalti a Portavalori CASERTA: rapina aggravata e tentato omicidio, 2 arresti

CASERTA: rapina aggravata e tentato omicidio, 2 arresti

  • PDF

Caserta: rapina aggravata e tentato omicidio, 2 arresti

Questa mattina gli investigatori della squadra mobile di Caserta e la squadra del Commissariato di Aversa, hanno eseguito un decreto di fermo nei confronti di 2 persone, ritenute gravemente indiziate dei delitti di rapina aggravata e tentato omicidio. I fermati sono un 47enne di Melito (Na) e un 56enne di Aversa (Ce). Sono state eseguite una serie di perquisizioni, tra le province di Napoli e Caserta, nei loro confronti e di altri tre soggetti ritenuti i restanti componenti della banda e denunciati per i fatti in contestazione. Il provvedimento restrittivo e' stato adottato nell'ambito di un'attivita' d'indagine, delegata alla squadra mobile di Caserta, congiuntamente al commissariato di Aversa, che ha visto la sua genesi in una violenta rapina consumata l'11 maggio, nei pressi dell'istituto di credito Bnl di Aversa. I 2 rapinatori, vestiti con tute, travisati e armati almeno di un'arma lunga e di una pistola, sono entrati all'area antistante l'ingresso dell'istituto bancario, seguendo la guardia giurata. Uno di loro ha raggiunto il vigilante e lo ha bloccato prima che accedesse all'ingresso per l'alimentazione del bancomat, tentando di sottrargli il plico contenente il denaro. Ne e' nata una colluttazione nel corso della quale sono itervenuti un agente della Polizia Ferroviaria di Napoli che era sul posto libero dal servizio. Questi ha tentato di disarmare il rapinatore ma e' stato raggiunto dai colpi di arma da fuoco esplosi dal secondo rapinatore, alcuni dei quali lo hanno ferito all'inguine e agli arti inferiori. Nella circostanza e' rimasta ferita anche la guardia giurata, colpita agli arti inferiori. I rapinatori, dopo aver sottratto alla guardia giurata il plico contenente la somma di 100.000 euro, nonche' la rispettiva pistola, sono fuggiti a bordo di autovettura Renault Clio di colore grigio, condotta presumibilmente da un terzo complice. Le immediate attivita' investigative hanno portato all'individuazione della banda di presunti responsabili dell'efferato evento e, in particolare, sono stati raccolti gravi elementi indiziari a carico dei due fermati, mentre altri 3 soggetti, presunti componenti del commando sono stati sottoposti a perquisizione locale e personale, nonche' deferiti per i fatti in contestazione. A seguito dell'esecuzione del provvedimento restrittivo in parola i 2 soggetti sono stati accompagnati presso il carcere napoletano di Poggioreale e il carcere di Santa Maria Capua Vetere. Fonte NOVA 22 MAGGIO 2020

 

VIDEO

i video del Savip.

FOTO

Le foto del Savip.

Sentenze Savip

sentenze del Savip

CCNL

Contratto nazionale.

Blog »

Il Blog del SAVIP